Bookstorming: che libri mi dici se dico “famiglia”?

Parole e suggerimenti di lettura di @unabibliotecariapermamma

“La famiglia il luogo più bello del mondo”

Ma è davvero sempre così, ne siamo sicuri? La famiglia, come succede nella famiglia Hope in Cane nero (di Levi PInfold per Terre di Mezzo), non è sempre quel luogo dove si è capiti e amati per come siamo, a volte è un luogo di grandi scontri e difficoltà. Un luogo dove ci sono magari delle aspettative da sostenere, fratelli o sorelle con caratteri opposti ai nostri con cui convivere. Ma tutto questo è una benedizione, quando il conflitto diventa crescita, quando la vera e profonda relazione con l’altro costruisce in noi un pezzettino alla volta il nostro cuore e la nostra identità. Si, la famiglia è il luogo dove diventiamo migliori a suon di sbagli, dove diventiamo ciò che neanche speravamo di essere.

Sapete, uno dei miei libri preferiti di sempre è Mary Poppins ma mica per l’eccezionale tata che compie prodigi ogni due per tre..no, io adoro il libro della Travers (vi consiglio la fantastica edizione illustrata della Rizzoli da Julia Sardà) per la profonda e commovente storia di crescita del signor Banks, un padre assente e autoritario che vive del proprio lavoro e ha fatto del denaro un vero e proprio idolo. Be, si lo ammetto, piango ogni volta (a singhiozzi poi eh) quando tutti insieme cantano la canzone finale del film: grazie all’aiuto di Mary Poppins, il signor Banks si riappropria del proprio ruolo e trova li, nel suo vero posto e nella sua vera vocazione, la felicità. Il mio augurio e la mia speranza allora, per noi che crediamo in Dio e non nelle tate che volano, è che la nostra famiglia possa essere questo, un posto dove non ci sia la pace finchè non siamo finalmente noi stessi…perchè vivere pienamente con gioia la nostra vocazione rende felici non solo noi ma anche chi ci sta intorno.

Che il Signore ci doni la santa inquietudine per diventare noi stessi e per aiutare i nostri familiari ad esserlo.

Allora si che nella nostra casa ci sarà “Un silenzio buono, già pieno di riposo, bei sogni e piedi caldi” (In una famiglia di topi, Giovanna Zoboli e SImona Mulazzani, Topipittori).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *