Donne normali: non abbastanza per Keanu. Mi basta essere abbastanza per Dio!

Keanu Reeves, attore famoso per i suoi film,

la sua triste storia fatta di abbandoni, perdite (tante) dolorosissime solo a pensarle e i suoi gesti altruisti (mai dichiarati da lui, che non ama questo tipo di pubblicità pare), ha (ri)trovato l’amore. Sembra quello vero, dopo aver dovuto dire addio alla moglie, morta in un incidente stradale. Non si può che essere felici, soprattutto per uno come lui, uno che, a quanto sappiamo, se la merita davvero un po’ di serenità.

Lei era una collega (per progetti non cinematografici), diventata amica intima, diventata qualcosa di più: Alexandra Grant. Una che non bazzica Hollywood, ma che fa l’artista. Una normale. Normale abbastanza da mostrarsi al fianco di Keanu in tutta la sua semplicità: capelli non tinti, grigio naturale, 42 anni che sono davvero 42, quelli in cui tutte noi, donne non di Hollywood boulevard potremo tranquillamente riconoscerci. Una bellezza a mio avviso elegante e sofisticata, non certo da Angelina Jolie sulla copertina di Harper’s Bazar, con 44 anni che sembrano 35 (e beata lei eh!), ma sempre una bellezza, come molte di noi. Una che non si lascia intimidire dal mondo che bazzica il compagno “fame” e di sicuro, anche i commenti che gli haters le hanno riservato non la tangono troppo secondo me.

“Non è abbastanza per lui”.

Non abbastanza bella, giovane, cool, famosa e non so che altro. Perché oggi, se sei una donna “normale”, sei mediocre a tutti i costi, con una vita poco interessante e uno come Keanu dovresti sognarlo dai rotocalchi. Ma io, della categorie donne normali con la ricrescita di un mese abbondante, i peli spesso da “adesso alzo il telefono e prendo appuntamento”, io che non ho un lavoro di successo, lo so che non meriterei uno come Keanu, ma insomma, dove è finito il romanticismo? La favola di Cenerentola?

L’amore non guarda in faccia. Guarda al cuore. Se è vero.

Però, come al solito, a me piace guardare le cose dalla mia prospettiva e sapete che ho pensato?

Potrei anche non essere abbastanza per Reeves, pazienza. Io voglio essere abbastanza per qualcuno molto più figo di lui (e non ti offendere Keanu).

E sapete che vi dico? In barba agli hater, ci possiamo riuscire, noi, donne normali, che dimostriamo la nostra età e cerchiamo di portarla al meglio solo con un rossetto rosso e un sorriso.

Perché il Lui di cui parlo, come Keanu (anzi più di Keanu), vede la bellezza che gli altri non vedono. Non vede rughe, età o fama: vede noi.

E poco mi importa se devo affrontare qualche hater, anzi, se cerchi di essere abbastanza per quel Lui saranno di sicuro più di quelli che ha dovuto affrontare la Grant, ma alla fine, quello che conta è che io sarò la tipa al Suo fianco, col sorriso felice e nessuna intenzione di spostarsi!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *