6 passi per la staycation perfetta

Parto per la staycation – Organizza una vacanza…a casa in 6 mosse!

Non ci sono scuse questa volta. Si parte. Niente non ho abbastanza soldi per farne un’ altra, il capo non mi dà più le ferie, nessuno mi accompagna, è la stagione dei monsoni, io sono l’unica sfigata sulla terra che non trova mai uno straccio di offerta su Ryanair.

Si parte. Per una staycation! Ovvero…una vacanza a casa!

Chi l’ha detto che è vacanza solo quando mettiamo abbastanza  km tra noi e la nostra cucina?! La staycation la puoi fare quando vuoi, non serve chiedere giorni (sabato e domenica bastano!) e se non puoi spendere niente…non spendi (non più di quanto spendi di solito a casa!).

Ecco come oragnizzarla, perché anche la staycation come tutte le vacanze va pianificata al dettaglio!

1. Tagliamo il mondo fuori

Siamo in vacanza. È come quando sono in una remota isola tropicale dove il wifi va e viene e serve un hotspot sennò addio credito. Mettiamo un bel messaggio automatico di posta “out of office” e rimandiamo a lunedì conversazioni, chat e social. Al massimo un’occhiata al giorno per condividere una foto della nostra vacanza e le chiamate di mamma, quelle di emergenza, sennò chiama l’Interpol. Come in vacanza.

2. Non cuciniamo

Ordiniamo dal cinese se siamo mentalmente a Pechino o un hamburger se stiamo salendo l’Empire State Building. Colazione sotto la Torre Eiffel con cornetto e latte (e al bar possiamo chiedere la brioche che fa più Parì!). Portiamo il cibo da vacanza a casa. Valgono anche le schifezze.

3. Come in hotel

La camera la sistema qualcun altro e se non vogliamo spendere per chiamare la signora delle pulizie allora almeno mettiamo un vaso di fiori freschi, una candela con un nuovo profumo, degli asciugamani nuovi in camera. Oppure uno scambio di ruoli: il marito rifà la camera e cambia le lenzuola, tu ti dedichi a una colazione homemade coi pancake (o a chiamare qualcuno che la porti!)

4. Cocktail

Se proprio vogliamo preparare qualcosa andiamo al supermarket e prendiamo tutto quello che serve per servirci un cocktail vacanziero. Uno nuovo, che neanche in vacanza abbiamo provato mai. Magari al cocco o qualche frutto esotico. Balcone, stuzzichini e musica Hawaiana in sottofondo.

5. Viviamo la nostra città da turisti

Se siete tipi che in vacanza devono mettere la spunta a tutti i monumenti è prevista la visita nei dintorni a qualche paesino/museo/mostra/galleria che pur abitando a due passi non avete visto mai. Ma deve essere nella vostra città o massimo quelle proprio confinanti. Andate all’ufficio turistico, prendete informazioni se già non avete le idee chiare e se avete visto tutto gironzolate in centro, fate colazione con calma leggendo una rivista o un libro e scattate la foto ricordo. Compratevi anche qualcosa di nuovo: il souvenir in vacanza è d’obbligo.

6. Fai niente.

A volte la cosa più bella delle vacanze è lasciare in ufficio la lunghissima lista Delle cose da fare. Che sia un sonnellino, un bagno, l’amaca all’aria aperta, nella tua staycation le cose da fare restano a casa (in un altra stanza  della casa in questo caso!).
E mandateci una cartolina eh!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *